Lampade a sospensione: quali scegliere e come utilizzarle negli spazi di casa

Tra le soluzioni più efficaci e utilizzate nell’illuminazione degli spazi interni, troviamo le lampade a sospensione: lampadari, faretti orientabili, applique o plafoniere che permettono di illuminare con gusto e in modo funzionale.

Ad ogni zona, la sua luce: scegliere come illuminare ogni stanza della propria casa è una considerazione che non può essere sottovalutata, il light design, studia proprio in questo senso, le dinamiche della luce e le conseguenti atmosfere generate, al fine di trasmettere sensazioni positive nel momento in cui apriamo le porte ai nostri ospiti.

Se consideriamo ad esempio, la zona ingresso, dovremmo preferire, in linea con l’arredamento dei faretti orientabili o incassati che possano accogliere in modo mirato, ma non eccessivamente intenso chi, per la prima volta, si affaccia alla nostra dimora.

L’illuminazione in questo caso, dev’essere una sorta di “benvenuto” che come una stretta di mano, non dovrebbe mai essere troppo aggressiva, nè eccessivamente debole. 

In cucina invece, è indispensabile avere il piano di lavoro e quello di cottura illuminati in modo efficace e deciso, magari utilizzando luci sottopensile che rendano piacevole mettersi ai fornelli e garantiscano una visione chiara e luminosa; mentre in sala da pranzo si potrebbe optare per una lampada a sospensione o un lampadario che illumini ad ampio raggio il tavolo, senza però affaticare la vista.

In questo senso quindi, se per il piano di lavoro e di cottura si preferiranno luci fredde e dirette, per la sala da pranzo dovremmo preferire un’illuminazione dai toni caldi che stimoli un’atmosfera colloquiale e rilassata.

Per quanto riguarda il bagno invece è utile avere due sistemi di illuminazione separati e differenti per garantire sia un’illuminazione efficace e decisa per il mattino, che una più rilassata e calda, per i momenti di distensione serale.

Quindi, possiamo considerare di posizionare nella zona vicina allo specchio un’applique o dei faretti per una luce più decisa; ed applicare invece, per il resto della stanza una lampada a sospensione, come una plafoniera o un lampadario che favorisca un’atmosfera calda, per le serate da dedicare a bagni distensivi.

In soggiorno invece, che rappresenta forse la stanza in cui il light design può esprimersi in tutte le sue potenzialità, sarà bene posizionare diversi tipi di illuminazione scegliendo tra lampade da tavolo che possano garantire una luce soffusa e riposante; faretti mirati a luce calda per favorire la lettura, lampade da terra che riflettono sul soffitto i raggi di luce e lampadari che consentano di illuminare ad ampio spettro la stanza, qualora fosse necessario. 

In camera da letto invece, dove l’illuminazione dev’essere una delle più rilassanti, è utile scegliere abat-jour o plafoniere da comodino che siano funzionali ma rispettino al tempo stesso sia l’estetica che l’atmosfera conciliante della stanza.

In ogni caso, inserire un elemento di design luminoso è una scelta imprescindibile, che, se studiata in modo preciso è in grado di rivoluzionare l’intero spazio e l’ambientazione, cambiando drasticamente i risultati a livello percettivo.

É quindi importante porre molta attenzione nel modo in cui decidiamo di modellare e inserire la luce tra le mura di casa, così da consentire a tutti i nostri spazi di essere un’immagine di noi stessi e del nostro personale modo di accogliere.  

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi