L’importanza della mise en place per un ristorante alla moda

Quando si decide di andare a pranzo o a cena fuori, una delle prime cose che si notano è la mise en place e cioè l’apparecchiatura della tavola. Ovviamente il cibo, il servizio e la location sono altrettanto importanti e utili a orientare il gradimento delle persone. Ad ogni modo, sarà corretto affermare come l’esperienza di degustazione si leghi a doppio filo alla tavola e a tutto ciò che viene offerto ai commensali per mangiare e bere in assoluto relax. Il colpo d’occhio è importante, ecco perché molte realtà scelgono di puntare su accessori ad alto tasso di design. Per farlo si rivolgono a specialisti del settore come ad esempio Novalberghiera, in modo tale da lasciare una buona impressione in fatto di accoglienza e stile (cosa che favorirà il passaparola virtuoso tra le persone).

Bicchieri e calici, accessori che simboleggiano l’ospitalità

L’offerta dei ristoratori ai propri clienti è sempre più meticolosa e curata, attenta ai vari momenti riguardanti la proposta enogastronomica. In particolare il focus è su calici e bicchieri, accessori che sono veri e propri simboli di ospitalità. D’altra parte, lo sappiamo bene, la ristorazione è legata a doppio filo al concetto stesso di cortesia.

L’apparecchiatura dev’essere pensata per mettere in risalto sia le pietanze che le bevande, oltre che per coinvolgere il cliente nell’esperienza gustativa, ecco perché le soluzioni eleganti e scenografiche vanno per la maggiore soprattutto quando si tratta di preparare la tavola per la cena. I pranzi, invece, tradizionalmente informali potranno essere accompagnati da bicchieri colorati e dalle forme originali in linea con il resto dell’apparecchiatura, più ‘easy’. Un brindisi apre le conversazioni e mette i commensali a proprio agio, agendo sul senso di comunità che subito si crea nella condivisione del cibo e del tempo. Optare per bicchieri e calici in vetro sonoro favorirà non soltanto la percezione degli aromi ma anche quella dei sapori del vino. Le caratteristiche chiave dei bicchieri dovranno essere: brillantezza, resistenza, stabilità e leggerezza oltre che naturalmente alta qualità.

Apparecchiatura e disposizione dei bicchieri: le cose da sapere

Sulla tavola del ristorante dovranno essere disposti per ciascun commensale almeno due bicchieri (uno per l’acqua e l’altro per il vino). Attenzione alla pulizia e alla trasparenza: sono elementi chiave per orientare il gradimento dei commensali, assieme alla bellezza e all’originalità delle linee. Se si prevede di offrire anche uno spumante di benvenuto dovranno essere presenti in tavola anche dei calici flute. Posizionate piatti, bicchieri, posate e tovaglioli rispettando sempre le distanze (dovrà esserci spazio sufficiente per prendere ciascun oggetto senza toccare gli altri). Si deve evitare di occupare tutto lo spazio disponibile di fronte al commensale con accessori vari: bisogna offrire solo ciò che servirà per degustare le pietanze nel menù. Per capire, se verrà servito del vino rosso non sarà necessaria la presenza del calice per il bianco e così accadrà anche nel caso dei coltelli (da carne, da pizza…). In generale, la scelta di bicchieri e calici incolore favorirà l’esaltazione della bevanda contenuta al loro interno.