Come sistemare un giardino lasciato trascurato nel tempo

Sistemare un giardino trascurato è un’attività che in un primo momento ci può sembrare sfiancante o noiosa ma che, una volta provata, ci premierà in relax contatto con la natura e un senso di benessere. Non tutti possiedono il cosiddetto pollice verde ma tenere in ordine un giardino è un’attività semplice per la quale bastano un po’ di buona volontà e i nostri suggerimenti, specialmente se questo è stato lasciato trascurato nel tempo.

Prima di iniziare occorre riflettere

La prima cosa da fare è quella di riflettere e ragionare su come sarà organizzato il giardino trascurato. Sembra scontato ma non lo è dato che ogni giardino è diverso per posizione, grandezza, destinazione d’uso e esposizione al sole. Inoltre c’è da considerare la presenza o meno di bambini e animali, così come i ritmi di vita di chi se ne prenderà cura. Tutte queste informazioni servono a scegliere la dislocazione di piante o aiuole, quali varietà scegliere e che tipo di manutenzione servirà per tenere in forma il giardino. Quindi bisognerà riflettere sul livello di praticità, sull’aspetto estetico, sul budget e su tutta una serie di informazioni utili a passare al punto successivo.

La lista della “spesa”

A questo punto sarà necessario recarsi in un buon negozio di giardinaggio e acquistare la giusta attrezzatura. Serviranno accessori protettivi, strumenti, concimi, semi e piante. In questa lista dovrebbero esserci guanti, occhiali, taglia erba, cesoie, innaffiatoio ecc…Una volta acquistato il necessario si comincerà a lavorare sul giardino incolto provvedendo alla pulizia. Bisognerà pulire il manto da erba e piante secche, rastrellare i residui morti sul terriccio e arieggiarlo e alimentarlo.

Il terriccio è fondamentale per dare vita al nuovo giardino per cui, in base alle piante scelte, richiederà una verifica sul livello di acidità e di idratazione. Prima di piantare, quindi, occorre concimare il terreno e renderlo sufficientemente umido e ospitale per i vegetali che lo abiteranno. Se ci sono piante sopravvissute bisognerà analizzarle a fondo, quasi foglia per foglia, per assicurarsi che non siano malate o in fin di vita. In questo caso se potranno essere recuperate andranno potate, innaffiate e concimate.

Arredo, irrigazione e altri consigli

Infine c’è tutto il campo dei complementi d’arredo da giardino che potrebbero essere gravemente rovinati e per i quali bisognerà certamente fare un po’ di pulizia. In alcuni casi basterà una buona idropulitrice per migliorare l’aspetto e la pulizia, mentre in altri sarà necessario smaltirli correttamente come spazzatura. Andranno verificati anche gli eventuali impianti di irrigazione, le fontane e le fonti di acqua per essere certi che non ci siano rotture o perdite importanti. La corretta idratazione del giardino è fondamentale perché questo rinasca e sopravviva. L’ultimo consiglio è quello di iniziare a seguire e leggere il blog di www.faidateingiardino.com, dove troverai sempre articoli interessanti e accurati sulla cura e la manutenzione del giardino fai-da-te.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi