Domande e risposte sulle Tapparelle

Sono molte le persone che prima di installare dei sistemi oscuranti domestici come le tapparelle desiderano raccogliere informazioni e opinioni online o in negozio per farsi un'idea. La ricerca di informazioni relative alle tapparelle riguarda diversi fattori, tra i quali ad esempio il materiale di realizzazione, i modelli a disposizione in commercio, il processo di installazione, la presenza o meno di una struttura motorizzata e gli sforzi richiesti per la manutenzione e pulizia delle stesse.

Tapparelle: cosa sono?

Prima ancora di scendere nei dettagli ed illustrare le diverse caratteristiche delle tapparelle è necessario fornire una prima definizione. Le tapparelle, anche conosciute con il nome di avvolgibili per via della loro caratteristica di ripiegarsi su se stesse, altro non sono che dei sistemi oscuranti che vengono applicati agli infissi come finestre e portefinestre per proteggere l'ambiente domestico. Lo scopo degli avvolgibili è da un lato quello di impedire al sole di filtrare nelle stanze e creare un isolamento termico per evitare la dispersione di calore nelle stagioni più fredde, e dall'altro quello di impedire a malintenzionati di introdursi in casa.

Di che materiali sono fatte?

Affinché gli avvolgibili durino a lungo nel tempo e forniscano un'effettiva protezione contro i raggi del sole, il freddo ed eventuali effrazioni è necessario che siano realizzati con materiali di alta qualità. In linea di massima le tapparelle disponibili in commercio sono realizzate in tre diversi materiali:

·         Tapparelle in PVC

·         Tapparelle in Alluminio

·         Tapparelle in Acciaio

Gli avvolgibili in PVC sono particolarmente apprezzati per la loro capacità di resistere agli agenti atmosferici e ai tentativi di effrazione; se abbinati alla fibra di vetro poi garantiscono anche un'incredibile indeformabilità. Le tapparelle in alluminio e quelle in acciaio invece sono spesso sottoposte a coibentazione attraverso l'inserimento di uno strato di schiuma poliuretanica all'interno delle doghe, che assicura protezione dal sole, dal freddo e un ottimale isolamento acustico.

I modelli di Tapparelle

Oltre ad essere realizzati in molti materiali diversi gli avvolgibili possono avere anche scopi diversi, che dipendono essenzialmente dal modello scelto. Un esempio sono le tapparelle aria-luce, la cui struttura ad asola lunga permette, una volta abbassate, di far circolare l'aria e filtrare la luce del sole, a differenza degli avvolgibili oscuranti tradizionali.

Un altro modello particolarmente richiesto è la tapparella antieffrazione che, come è facile intuire dal nome stesso, è progettata per resistere a tentativi da parte di malintenzionati di introdursi in casa. Questo modello è generalmente caratterizzato da un motore elettrico che rende difficile, se non impossibile, sollevare la tapparella dall'esterno e che può essere controllato tranquillamente a distanza se collegato ad un impianto di domotica domestica.

Ultimo modello da considerare è la tapparella coibentata che prevede l'inserimento di uno strato di schiuma poliuretanica all'interno per garantire una maggiore protezione dal calore in estate, dal freddo nella stagione invernale e dal rumore.

Tapparelle Elettriche: si o no?

Oltre ai modelli di avvolgibili illustrati in precedenza è necessario citare anche le tapparelle elettriche, ovvero quegli avvolgibili dotati di motore elettrico che possono essere alzati e abbassati semplicemente utilizzando dei comandi touch o manuali oppure un telecomando.

Le tapparelle elettriche sono la soluzione ideale per le persone dalla mobilità ridotta, come ad esempio anziani e persone con disabilità, perché non è necessario fare sforzi per alzarle ed abbassarle; si tratta inoltre di una soluzione più piacevole esteticamente non essendo presente la cinghia. I modelli motorizzati comportano però anche qualche svantaggio, legato in modo particolare ai costi di installazione, decisamente più alti rispetto ai modelli tradizionali, e ad eventuali spese per la riparazione in caso di guasti e malfunzionamenti.

Come pulire le tapparelle?

Pulire periodicamente le tapparelle è essenziale affinché queste mantengano inalterato il loro aspetto nel tempo. Questo discorso vale soprattutto per la parte esterna degli avvolgibili, che è quella più esposta agli agenti atmosferici e quindi più soggetta ad accumulare sporco e incrostazioni.

Per pulire gli avvolgibili si possono usare prodotti già presenti in casa, come ad esempio un panno in microfibra inumidito e montato su un'asta telescopica per raggiungere anche i punti più alti, oppure ci si può affidare a prodotti detergenti specifici in commercio. Nel pulire gli avvolgibili con prodotti specifici però è sempre consigliabile considerare prima il materiale degli stessi per evitare detergenti troppo aggressivi e dannosi.