Quando è necessaria la ristrutturazione condominiale e i possibili benefici da sfruttare

La ristrutturazione del condominio è un’attività molto importante, non solo sotto l’aspetto economico-patrimoniale ma anche, e forse soprattutto, sotto l’aspetto della sicurezza. Sulla sicurezza della casa familiare non è consigliato fare economia. Il tema della ristrutturazione condominiale è uno dei temi più discussi delle assemblee condominiali. Tutti infatti vorrebbero vivere in un ambiente bello, salubre e sicuro ma per poterlo fare occorre sostenere delle spese, spesso non accessibili a tutti i condomini.

 

Differenza tra manutenzione ordinaria e manutenzione straordinaria

In gergo quando si parla di lavori di ristrutturazione di un condominio si fa riferimento alla manutenzione straordinaria, ovvero quella caratterizzata da interventi maggiormente invasivi e maggiormente costosi e, purtroppo, da una maggiore lunghezza di lavori. Nel novero della manutenzione ordinaria infatti rientrano tutte quelle spese volte a risolvere problemi quotidiani come ad esempio la sostituzione di una lampadina, di un vaso rotto, dell’ascensore guasto, ovvero problemi di modesta entità.

La manutenzione straordinaria invece, all’opposto, può essere definita come l’insieme degli interventi volti a preservare la stabilità dell’intero edificio e delle sue strutture. Tali interventi possono avere diverse cause, magari una scossa di terremoto o un fortissimo temporale che distrugge il tetto rende necessari lavori di ristrutturazione dell’intero condominio. Oppure, è anche possibile che a causa del trascorrere degli anni è necessario un lavoro di ristrutturazione generale del condominio. Onde evitare spiacevoli sorprese al momento dei pagamenti, è consigliabile confrontare diversi preventivi prima di iniziare i lavori. Se occorre effettuare una ristrutturazione condomini Roma ad esempio, è bene comparare ciò che offrono gli specialisti del settore presenti nella capitale.

 

Bonus lavori condominiali 2020

Se si ha intenzione di fare lavori di ristrutturazione condominiale, questo è il periodo giusto. L’esecutivo infatti, al fine di sostenere il settore edile, ha varato il famoso Decreto Rilancio 2020 contenente due importanti novità in merito ai lavori di ristrutturazione condominiale. Grazie al decreto rilancio Ecobonus 2020 e Sismabonus 110% è possibile usufruire di una serie di agevolazioni, detrazioni pari al 110% concernenti le spese sostenute per porre in essere lavori di ristrutturazione immobiliari finalizzati al risparmio energetico e alla tutela dell’ambiente in generale.

Il bonus per i lavori condominiali 2020 al 110% verrà applicato alle spese sostenute dai contribuenti dal 1 luglio 2020 fino al 31 Dicembre, quindi c’è ancora tempo per poterlo sfruttare. La detrazione può essere dilazionata in ben cinque quote annuali di pari importo. Insomma questo bonus è un vero e proprio incentivo alla ristrutturazione condominiale, l’unico “vincolo” è che tale ristrutturazione deve essere effettuata perseguendo uno scopo ovvero quello del rispetto dell’ambiente e dell’ecosostenibilità.

 

Come valutare la necessità della ristrutturazione condominiale

Per comprendere se sia necessario o meno porre in essere lavori di ristrutturazione del condominio è consigliabile contattare un soggetto professionista, magari un tecnico delle assemblee condominiali per valutare lo stato dei luoghi. Successivamente, sulla base del parere del tecnico, sarà possibile valutare la necessità o meno di un intervento di ristrutturazione, i tempi necessari per portare a termine i lavori e i relativi costi correlati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi