Come ottenere l’acqua pura in casa

I depuratori dell’acqua rappresentano una soluzione pratica ed economica per provvedere al bisogno fisiologico della famiglia di bere acqua potabile e pulita. Ovviamente questo non significa che senza un depuratore domestico non è possibile bere acqua potabile, l’acqua che arriva nelle abitazioni infatti è per legge potabile. Le ASL, insieme ai gestori dell’acquedotto, sono tenuti a svolgere in modo periodico continui controlli sulle tubature e sullo stato dell’acqua che in esse scorre. Tuttavia, alcuni problemi si pongono a causa dello stato delle tubature domestiche. È sicuramente vero che l’acqua che parte dagli acquedotti è potabile, però durante il lungo tragitto che compie per arrivare fino ai rubinetti può essere “contaminata” dalle sostanze presenti nelle tubature ad esempio batteri, calcare ecc. Alla lunga bere acqua del rubinetto potrebbe causare dei disturbi di salute, si pensi alla formazione dei calcoli (formati prevalentemente dal calcare) ai reni. Onde evitare situazioni del genere è sicuramente consigliabile adottare una precauzione in più, ovvero un depuratore dell’acqua. I vantaggi sono notevoli, innanzitutto sarà possibile bere acqua pulita direttamente dal rubinetto di casa, quindi non sarà più necessario acquistare acqua in bottiglia. Tale aspetto è doppiamente positivo, da un lato infatti è possibile apprezzare un significativo risparmio economico (e di tempo), dall’altro è possibile inquinare di meno. Le bottiglie di plastica, infatti, sono una vera e propria piaga per l’ambiente che ci circonda. In alcune parti del mondo esistono dei veri e propri fiumi di bottiglie e di materiale di plastica che sta letteralmente soffocando interi ecosistemi. I depuratori d’acqua potrebbero ridurre l’utilizzo delle bottiglie e di conseguenza anche l’inquinamento ambientale causato dalle stesse.

 

I migliori depuratori e filtri per l’acqua di rubinetto

Nel mercato esistono svariate tipologie di depuratori e di filtri dell’acqua, ognuno con determinate caratteristiche strutturali e funzionali. L’aeratore ad esempio è un depuratore acqua rubinetto abbastanza economico e molto semplice da utilizzare. È sufficiente infatti installare sui rubinetti di casa un particolare supporto forato che riesce a trattenere i grossi agglomerati di calcare e di sostanza massive presenti nell’acqua.  Ovviamente esistono anche altre tipologie di depuratori più complessi e maggiormente efficaci.

 

Le resine a scambio cationico

Alcuni filtri invece si basano sulle cosiddette resine a scambio cationico, ovvero una tecnologia capace di scambiare degli ioni con l’acqua domestica. I filtri in questione riescono ad agire chimicamente sull’acqua in modo da poter trattenere tutte quelle particelle di calcio, particolarmente nocive non solo per gli elettrodomestici ma anche per la salute delle persone che la bevono. In poche parole, l’acqua che sgorga dai rubinetti sarà più sicura ed avrà un sapore più dolce. In genere i filtri che si basano sulle resine a scambio cationico sono di facile installazione e vengono posizionati direttamente sui rubinetti.

 

Sistemi al carbone attivo

I sistemi al carbone attivo, grazie alle loro peculiarità strutturali e chimiche, permettono di assorbire in modo efficace le eventuali sostanze presenti nell’acqua domestica, come il cloro. Tuttavia, questi particolari depuratori non riescono a neutralizzare le particelle di calcio e magnesio presenti nell’acqua, il che significa che quest’ultima sarà depurata ma comunque leggermente pesante a causa della possibile presenza di calcare. In generale i sistemi con filtri al carbone attivo sono quelli più semplici da utilizzare, essi infatti non necessitano di impianti complessi o di una centralina, al contrario, vanno installati direttamente sotto il lavello. Anche la loro manutenzione è piuttosto semplice, una volta che il depuratore non riesce più ad assolvere il suo compito dovrà essere sostituito con uno eguale.

 

Impianto di depurazione

Se invece si vuole optare per una scelta più drastica e risolutiva, è possibile far installare un vero e proprio impianto di depurazione dell’acqua in casa. Uno degli impianti maggiormente utilizzati è quello ad osmosi inversa. Tuttavia, tale opzione è sicuramente più costosa rispetto alle precedenti e coinvolge anche una ditta di esperti per poter installare l’impianto. Sicuramente, però, in relazione ai benefici a lungo termine, il depuratore ad osmosi inversa si rivela essere la scelta ottimale.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi