Come scegliere l’aspirapolvere: scopa elettrica senza fili, a traino e altri comodi modelli

L’aspirapolvere è un elettrodomestico ormai diffusissimo nelle case degli italiani, dal momento che permette di pulire tutti gli ambienti domestici in poco tempo e senza troppa fatica. In commercio esistono molti modelli, come quelli che puoi trovare sul sito https://www.mondoelettrodomestici.com/, tuttavia, per la pulizia interna della casa, le tipologie più diffuse sono senza dubbio la scopa elettrica e l’aspirapolvere da traino.

La scopa elettrica è molto più pratica e maneggevole rispetto ai tradizionali aspiratori, che ben si adatta alle case piene di mobili e con angoli difficili da raggiungere. Molti modelli sono progettati senza fili, quindi ancora più pratici e facili da trasportare per la casa: non creano ingombri e sono ideali per chi ha poco tempo da dedicare alle pulizie o ha uno spazio molto grande da pulire. Inoltre, la scopa elettrica ha un consumo energetico molto ridotto.

L’aspirapolvere da traino è invece costituita da un tubo con spazzola per l’aspirazione collegato ad un contenitore ovale che si può trainare per la casa grazie alla presenza di ruote. È molto più ingombrante da trasportare, soprattutto per le scale di casa, poiché bisogna trascinare il contenitore. La scelta dell’elettrodomestico va fatta anche in base alla dimensione delle ruote. Se avete una casa con molti ostacoli (tappeti, cavi o giocattoli) risultano vantaggiosi i modelli con le ruote grandi, poiché, nonostante il maggior ingombro, riescono a scavalcare più facilmente i vari oggetti.
L’aspirapolvere a traino è un valido aiuto soprattutto durante le pulizie di primavera, poiché è molto più potente rispetto alla scopa elettrica senza fili e ricaricabile a batteria.

Altre tipologie di aspirapolvere: come sceglierle in base alle proprie esigenze e spazi domestici

Oltre alle due categorie principali, esistono anche una serie di modelli per situazioni e contesti più specifici, per soddisfare qualsiasi tipo di esigenza.

Aspirapolvere ciclonico

La tecnologia ciclonica permette all’elettrodomestico di separare la polvere e lo sporco dall'aria, grazie alla forza centrifuga. Esistono due tipi di aspirapolvere ciclonico: monociclonico e multiciclonico.
Il primo modello, come suggerisce il nome, ha un solo ciclone e possiede una struttura conica rovesciata nel contenitore che riesce a catturare circa il 75% della polvere; mentre, il secondo è formato da diversi coni che generano un maggior numero di cicloni e approssimativamente riescono a separare il 95% della polvere. L’aspirapolvere ciclonico possiede tutti i vantaggi del sistema di raccolta senza sacchetto, poiché vi permette di pulire il contenitore senza entrare in contatto con la polvere. Tuttavia, necessita di una manutenzione più attenta e complessa.

Aspirapolvere ad acqua

Rispetto ai modelli classici, l’aspirapolvere ad acqua viene consigliato in presenza di soggetti allergici. Infatti, questo elettrodomestico permette di trattenere la polvere e le particelle più piccole senza disperderle, oltre ad avere la possibilità di assorbire i liquidi. È particolarmente indicato per la pulizia di balconi e terrazze, per asciugare piccole perdite di acqua in casa, o per pulire bagni, cucine, cantine e, in generale, ambienti nei quali puoi trovare maggiormente la presenza di liquidi a terra.
Lo svantaggio di questo prodotto è dato dal fatto che ha bisogno di una manutenzione costante, considerando che i filtri ad acqua si usurano più velocemente e i ricambi possono essere molto più costosi.

Aspirapolvere a vapore

L’aspirapolvere a vapore utilizza un generatore di vapore che si affianca alla più conosciuta tecnologia dell’aspirapolvere ad acqua. Esattamente come il suo compagno ad acqua, anche l’aspirapolvere a vapore è l’ideale per soggetti allergici, poiché il calore che esso genera riesce ad eliminare il 90% degli acari della polvere. Inizialmente, l’elettrodomestico utilizza l’acqua che serve ad ammorbidire lo sporco che, successivamente, viene sciolto in seguito alle alte temperature prodotte. A seconda del tipo di accessori in dotazione, si possono pulire piastrelle, fornelli, materassi, tappeti, moquette e, in generale, tessuti imbottiti. Con i modelli più sofisticati e completi, è possibile anche lucidare l’oro, sturare i lavandini o sgrassare i cerchioni delle auto.

Aspirapolvere bidone

Si tratta di un “aspiratutto” dalle grosse dimensioni, anche se il tubo è flessibile come se fosse un’aspirapolvere da traino, dotato inoltre di rotelle per gli spostamenti. Rispetto ai modelli tradizionali, questo elettrodomestico si differenzia per la grande capacità del contenitore, tant’è che riesce ad aspirare anche oli e liquidi. È particolarmente adatto per ambienti esterni come cortili o garage.

Aspirapolvere robot

L’aspirapolvere robot è un elettrodomestico in grado di pulire pavimenti e tappeti in totale autonomia. Considerando che questi apparecchi funzionano a batteria, bisogna valutare bene le caratteristiche in base agli spazi della casa in cui dovrà lavorare, sia per quanto riguarda la superficie che per quanto riguarda la presenza di mobili. In commercio si trovano anche modelli economici, con una sola ora di autonomia e tempi di ricarica che vanno dalle 3-4 ore in su, ideali per chi ha un monolocale e poco tempo da dedicare alle pulizie. In caso contrario, bisognerà puntare su un elettrodomestico più performante e dalla durata maggiore.

Aspirabriciole

È il tipo di aspirapolvere più piccolo che ci sia: si utilizza, infatti, per aspirare le briciole dalla tavola, dai divani e dalle automobili. Non si può sicuramente parlare di un elettrodomestico dalla capacità di aspirazione notevole, tuttavia, è molto pratico e utile.

L’aspirapolvere va quindi scelto in base alle proprie esigenze, a seconda delle dimensioni della casa, se ci sono scale e bisogna trasportare l’elettrodomestico, o in caso di soggetti allergici e animali presenti in casa. Altro aspetto da valutare è la frequenza con la quale si effettuano le pulizie.
Una volta capite quelle che sono le proprie esigenze e su quale tipologia di aspirapolvere orientarsi, è necessario controllare una serie di caratteristiche al momento dell’acquisto: design e struttura, potenza e capacità di aspirazione, filtri presenti, accessori in dotazione e funzioni aggiuntive.