Caldaie murale: differenze tra le caldaie a camera aperta e caldaie a camera stagna a condensazione

Le caldaie murali sono molto utilizzate per il riscaldamento domestico e per il riscaldamento dell’acqua calda sanitaria, risultano essere compatte e installabili in qualsiasi ambiente, anche in spazi ristretti.
La caldaia murale può essere di tanti tipi, tra cui due tipologie fondamentali che sono le caldaie murali a camera aperta e le caldaie a camera stagna a condensazione. Queste due tipologie hanno delle caratteristiche estetiche molto simili ma si differenziano nelle modalità di funzionamento. 

In una caldaia convenzionale a camera aperta è presente la camera di combustione, posizionata tra il bruciatore e lo scambiatore, provvede a miscelare il combustibile proveniente dal bruciatore con l’aria per la combustione creando una fiamma. Le sue pareti sono rivestite, solitamente, con una speciale fibra di ceramica che resiste alle elevate temperature della fiamma e svolge la funzione di isolamento termico.

La caldaia murale a gas risulta una delle caldaie più economiche in commercio e permettono anche un risparmio energetico relativo a brevi periodi.

 

Principali differenze tra caldaia murale a gas a camera aperta e a camera stagna

La caldaia murale a gas Ariston a camera aperta e quelle a camera stagna a condensazione si distinguono sia per il sistema di riscaldamento che per il funzionamento interno. Hanno un diverso modo di prelevare l’aria comburente e un diverso tipo di tiraggio.

Le caldaie a camera stagna prelevano l’aria dall’esterno con un tiraggio forzato, per questo motivo possono essere installate anche in locali piccoli, come la cucina.

Le caldaie murali a camera aperta, dette anche di tipo B, prelevano l’aria del locale in cui sono state installate attraverso il tiraggio naturale e usano l’aria presente nel locale. Queste tipologie di caldaie devono essere collegate ad una canna fumaria che permette di scaricare i fumi prodotti dalla combustione verso l’esterno, rispettando le norme di sicurezza.

La canna fumaria deve essere progettata in modo da avere un adeguato livello di ventilazione che garantisca un flusso di aria sufficiente per il tiraggio della canna fumaria, evitando anche la formazione di nubi pericolosi e nocivi per la salute

 

Differenze dei sistemi di tiraggio

Le caldaie murali a camera stagna a condensazione utilizzano un sistema di tiraggio forzato per prelevare l’aria dall’ambiente esterno e per farlo utilizzano un doppio tubo, che viene utilizzato anche per espellere i fumi prodotti dalla combustione.
Si dice tiraggio forzato perché viene effettuato tramite un sistema di ventilazione presente nel circuito di combustione.

Le caldaie di tipo a camera aperta utilizzano un sistema di tiraggio naturale per prelevare l’aria dall’ambiente in cui è installata la caldaia.

Le differenze tra le due tipologie di caldaie murali possono essere notate anche dai:

  • Costi: il prezzo di una caldaia a camera stagna a condensazione risulta essere più elevato rispetto a quello di una caldaia a camera aperta.
  • Modalità di installazione: la caldaia a camera stagna può essere installata in qualsiasi ambiente abitabile, mentre una caldaia a camera aperta richiede maggiori accortezze dal punto di vista di sicurezza e ventilazione.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi