Perché scegliere l’erba sintetica per il proprio giardino

Il giardino è uno degli ambienti della casa che, con la pandemia, ci siamo trovati ad apprezzare di più. Questo perché rappresenta, piccolo o grande che sia, un luogo dove è possibile trascorrere piacevoli momenti all’aria aperta, in compagnia di un libro o del proprio amico a 4 zampe, ma anche accogliere amici e parenti.

La scelta del prato si rivela fondamentale e se una volta era dato per scontato il fatto di predisporre un erba naturale oggi non è più così.

Le soluzioni che vedono al centro un prato in erba sintetica, come ad esempio quelle che si possono trovare su https://www.giardiniinerbasintetica.it/, sono sempre più innovative, belle e sicure, addirittura non meno gradevoli di quelle green.

In questo articolo vi mostriamo meglio perché oggi scegliere un prato sintetico si rivela una soluzione sempre più interessante, in grado di portare molteplici vantaggi.

Quando il prato sintetico è la soluzione da preferire

Un prato artificiale, quando realizzato a regola d’arte, permette di sentirsi appagati non meno di uno che è, invece, naturale. Il motivo principale è semplice: consente di ottenere il massimo risultato a fronte del minimo sforzo. Un prato in erba sintetica, quindi, si rivela particolarmente adatto a chi ha poco tempo, non si sente di possedere quel dono miracoloso che è il pollice verde, ma non vuole rinunciare ad avere un giardino con un angolo davvero green.

Inoltre, l’erba sintetica riduce considerevolmente la presenza fastidiosa di insetti e altri animaletti, altro elemento a favore da non sottovalutare, soprattutto d’estate. Vediamo a questo punto quali sono i vantaggi, ma anche i limiti.

Gli elementi a favore dell’erba sintetica

Partiamo dal definire quali sono gli elementi a favore che la scelta di un prato in erba sintetica di qualità porta con sé:

  • Massima semplicità dal punto di vista della manutenzione.
  • Resa molto simile a quella del prato naturale.
  • Costo accessibile dal punto di vista economico.
  • Risparmio di tempo nella manutenzione e da dedicare al prato.
  • In caso di pioggia si asciuga molto più velocemente.
  • Possibilità di scegliere all’interno di un’ampia gamma di soluzioni cromatiche e tattili.
  • Praticità della pulizia.
  • Nei modelli più innovativi, nessuna controindicazione per gli amici a quattro zampe, compresa quella legata all’eventuale presenza di zecche o altri parassiti, inclusi i forasacchi.

Pertanto, un prato in erba sintetica ha una durata di almeno 10 anni durante i quali si mantiene sempre impeccabile e gradevole: basta solo effettuare una regolare manutenzione una/due volte l’anno.

Svantaggi di un prato in erba sintetica

Ci sono dei motivi per cui un prato sintetica presenta delle criticità? Certamente, come per tutte le cose. Vediamo quali:

  • Un prato in erba sintetica tende ad accumulare calore e a riscaldarsi più di quello naturale. Si può ovviare al problema spruzzando sopra, durante le giornate più afose, un po’ d’acqua.
  • Nel caso dei modelli eccessivamente economici possono verificarsi problematiche quali appiattimento dei fili, scoloritura e, qualora la posa non fosse stata eseguita a regola d’arte, eventualità che portano a un maggiore investimento nella manutenzione.

Come si può vedere, un’erba sintetica di qualità in realtà non presenta particolari controindicazioni. Dipende, semplicemente, dalla qualità del prodotto e dalla serietà della ditta che lo propone.