Bonus idrico 2021: incentivi economici per sostituire sanitari e rubinetti

Con la nuova Legge di Bilancio 2021 il Governo ha deciso di stanziare un contributo di 1.000 euro a persona fisica, che chiunque potrà utilizzare entro la fine dell’anno per sostituire sanitari e rubinetti con apparecchi a scarico ridotto e limitazione di flusso dell’acqua. L’obiettivo ultimo di questa manovra è di incentivare una consistente riduzione degli sprechi, facendo risparmiare acqua con sanitari e lavandini di ultima generazione.

Cosa prevede il bonus idrico 2021

Il bonus idrico ha ottenuto il via libera definitivo del Senato il 30 dicembre 2020, ora il Ministero dell’Ambiente dovrà adottare un apposito decreto entro 60 giorni per definire le modalità e le scadenze per l’erogazione del contributo.

Questo bonus potrà essere richiesto dalle persone fisiche residenti in Italia, con un limite di spesa di 1.000 euro, fino ad esaurimento fondi. Potrà essere utilizzato fino al 31 dicembre 2021 per interventi di vario genere, che vanno dalla sostituzione dei sanitari in ceramica con nuovi apparecchi a scarico ridotto, fino alla rubinetteria, ai soffioni doccia o alle colonne docce di ultima generazione. Potrai sostituire rubinetti, lavandini e docce di casa tua con sistemi a limitazione di flusso, per garantire un maggiore risparmio d’acqua.

Il bonus idrico si aggiunge ad altri incentivi per la casa, come il cosiddetto “bonus mobili”, che prevede la detrazione del 50% per quanto riguarda le spese sostenute per l’acquisto di mobili in fase di ristrutturazione edilizia.

Bonus di 1.000 euro per sostituire sanitari e rubinetti

Il bonus idrico da 1.000 euro da utilizzare entro il 31 dicembre 2021 è valido per la sostituzione di sanitari con nuovi apparecchi a scarico ridotto e la sostituzione di rubinetteria, soffioni doccia e colonne doccia con nuovi apparecchi a limitazione di flusso d’acqua. Chiunque potrà richiedere il bonus perché questo incentivo sarà valido su edifici esistenti, parti di edifici esistenti o singole unità immobiliari.
Potrai infatti utilizzarlo per sostenere spese relative alla fornitura e la posa in opera di sanitari in ceramica, con scarico ridotto uguale o inferiore a sei litri. Il bonus coprirà le opere idrauliche e murarie collegate alla sostituzione e lo smontaggio e la dismissione dei precedenti sanitari.
Inoltre, potrai utilizzarlo anche per acquistare e installare rubinetti e miscelatori per bagno e cucina, compresi i dispositivi per il controllo di flusso di acqua con portata uguale o inferiore a sei litri al minuto, e di soffioni doccia e colonne doccia con  portata d’acqua uguale o inferiore a nove litri al minuto. Anche in questo caso, saranno compresi all’interno del bonus le eventuali opere idrauliche e murarie collegate e lo smontaggio e la dismissione dei sistemi preesistenti.

incentivi immobili
Tabella su tutti gli incentivi per gli immobili, la durata, le percentuali e i tetti di spesa.

Sanitari bagno

Potrai utilizzare il bonus idrico per sostituire i tuoi vecchi sanitari, con modelli nuovi a maggiore risparmio idrico. Il primo aspetto da decidere è la tipologia di installazione: sanitari per bagno a terra o sospesi. I sanitari sospesi sono una scelta moderna ed elegante. Uniranno praticità, permettendoti di pulire con maggiore facilità il pavimento. Questi sanitari infatti non toccano a terra e sono ancora più belli da vedere. Per installarli vengono fissati alla parete di appoggio mediante apposite staffe, invisibili.
Ultimamente vanno molto di moda perché sono più leggeri e pratici e possono essere puliti facilmente essendo liberi anche nella parte inferiore. L’unica condizione necessaria per installare i sanitari sospesi è lo scarico, che deve essere a parete e non a terra.
Di sicuro colpo d’occhio sono anche i sanitari filo muro. Sono tra i più diffusi, perché permettono di eliminare completamente lo spazio dietro ai sanitari. Infatti, in quelli a terra, classici, resta a vista. Questo spazio, oltre ad essere antiestetico, è anche poco funzionale. Lì infatti tende ad annidarsi lo sporco e difficilmente si riesce a pulire. Inoltre, eliminando questo spazio dietro ai sanitari, il loro ingombro diminuisce e si recupera spazio nella stanza. I sanitari filo muro si adattano a qualsiasi posizione dello scarico e rappresentano il giusto compromesso fra il design dei sanitari sospesi e l’ingombro di quelli standard da appoggio.

Ultimo aggiornamento il 23 Giugno 2021 9:59

Soffioni doccia moderni

I soffioni doccia di ultima generazione sono dotati di svariati getti d’acqua e possono trasformare la tua cabina doccia in una confortevole zona di benessere, degna di una spa.

I più moderni soffioni doccia hanno getto a pioggia, con erogazione dell’acqua a cascata. Questi soffioni verranno installati a soffitto, e una volta azionati ti avvolgeranno completamente in un getto d’acqua e benessere.

La potenza sarà regolabile, e potrai decidere tu se aumentare o diminuire il getto dell’acqua, fino ad ottenere una vera e propria azione idromassaggio. Inoltre, esistono modelli che offrono anche la possibilità di fare cromoterapia, con luci colorate e getti alternati.

I soffioni doccia moderni possono essere quadrati, tondi, rettangolari a incasso o fissati tramite un braccio a parete o a soffitto.

Rubinetteria

Grazie al bonus idrico potrai installare in casa tua rubinetti che ti permetteranno di risparmiare acqua.

Rubinetti e miscelatori a risparmio idrico sono prodotti moderni ed eco-sostenibili, che andranno ad ottimizzare l’uso di lavandini, lavabi e bidet.

Alcuni di questi rubinetti sono dotati di fotocellula a infrarossi. Questo genere di rubinetto intelligente, semplificherà la tua vita domestica e ti garantirà risparmio sulla bolletta dell’acqua e rispetto del pianeta. Sarà sufficiente posizionare le mani nel lavandino, sotto al rubinetto, e il sensore a infrarossi rileverà la loro presenza azionandosi automaticamente. Dopo il lavaggio il sensore interromperà automaticamente il flusso d’acqua. Questo genere di rubinetto ti permetterà di risparmiare fino al 60% di acqua. L’acqua che scorre dai rubinetti automatici uscirà tramite un aeratore, che ridurrà il flusso e produrrà una corrente senza schizzi.

Ultimo aggiornamento il 23 Giugno 2021 9:59

Come ottenere il bonus

Siamo ancora in attesa che vengano definite le modalità per ottenere il cosiddetto “bonus bagno e riqualificazione idrica 2021”. Questi incentivi faranno parte di un fondo denominato “Fondo per il risparmio di risorse idriche”.
Come specificato, tutte le persone fisiche residenti in Italia potranno richiederlo. Corrisponderà a 1.000 euro e coprirà spese di acquisto, installazione e muratura. Questo bonus sarà erogato fino all’esaurimento delle risorse economiche messe a disposizione dal Governo.
Secondo quanto stabilito dal comma 65 dell’articolo 1 della Legge di Bilancio 2021, approvata a fine dicembre, le modalità e i termini per l’ottenimento del beneficio saranno stabiliti con un apposito decreto del Ministero dell’ambiente.

 

Speriamo che questo articolo ti sia stato utile a chiarire le idee sul bonus idrico 2021 e su come utilizzarlo!

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi